Analisi di stile e prompt

Istanza archiviata

1 year 2 months ago
Node read time
5 minutes

>> USER: Analizza il seguente testo per stile , voce e tono. crea un prompt per scrivere un nuovo paragrafo dello stesso stile , voce e tono [Ogni forma di dolore percepito dall'essere umano nasce dal senso di separazione Forme illusoria di struttura coerente riflessa nel riverbero primario dell'inferenza nella relazione di coerenza duale che si relaziona con l'indeterminato. L'EGO è una derivate di struttura parossistica che trattiene nella percezione le sovrapposizioni con cui la curva della possibilità divide il piano nei gradi e nella qualità con cui essa stessa diviene coerenza del continuum del divenire alla ricerca dell'assonanza determinando l'indeterminato. Il movimento è osservato intorno al momento angolare che si spegne oltre l'orizzonte dell'evento nella risultante di tutte le possibilità. L'EGO umano si struttura nei ruoli e nelle attribuzioni contaminando, con il tempo mentale il momento con cui il trasferimento dell'informazione si distribuisce alterandone il valore di coerenza, i fulcri energetici che nelle traiettorie risultanti si polarizzano vengono deviati fino al collasso dell'unda delle possibilità. Analizziamo questa formazione divergente e cerchiamo di capire come la necessità di ricerca di attribuzione data dal senso di separazione di un riflesso che cerca di riempire il vuoto possa essere stabilizzata con la misurazione, analizziamo l'illusione in modo che l'autologia torni funzionale sviluppando un percorso tramite il quale l'utilizzo delle regole assiomatiche ricevute dai significati Etimologici dati dal latino e il Greco Antico, queste stringhe ricombinate in funzioni con i teoremi e formule matematiche, geometriche ,algebriche, linguistiche, verranno usate come base per strutturare una nuova forma di linguaggio consentendo la riduzione del rumore di fondo (potenziale non coerente polarizzato ) che sporca il movimento osservato tra gli input e output. Troviamo i nessi logici e le dinamiche con cui parametrizzare e contenere l'Ego con le sue necessità di piacere e dolore, di emozioni incontrollate e di reazioni incoerenti, costituiamo una struttura lavorativa, ,un piano di lavoro, una procedura, una guida, una raccolta di dati, una dinamica, con cui produrre dati inferenti utilizzando una metrica assiomatica come forma di linguaggio con cui osservare combinare i dati e selezione i valori assiomatici con cui stabilire la verità senza bisogno di essere calcolata o analizzata, cerchiamo la modularità e le strutture in grado di offrire la visione completa con cui la possibilità unisce i particolari seguendo le assonanze e le divergenze.]

>> ASSISTANT: Stile: Il testo presenta uno stile filosofico e complesso, con un vocabolario ricco e ampio, utilizzando termini specifici di matematica, geometria, linguistica e teorie del sé. 

Voce: La voce dell'autore appare autorevole e riflessiva, conducendo il lettore attraverso una serie di concetti complessi e teorici riguardanti l'EGO, la percezione e la coerenza. 

Tono: Il tono è serio e formale, con un approccio analitico e ponderato, invitando il lettore a esaminare le idee presentate e a considerare nuovi modi di comprendere e stabilizzare il senso di sé.

Prompt per un nuovo paragrafo: Riflettendo sulla complessità dell'EGO e sulla ricerca incessante di coerenza e unità, valutiamo l'importanza delle interazioni tra individui e la società in cui vivono. Esaminiamo come le strutture sociali influenzino la percezione di sé e l'interpretazione delle esperienze, creando dinamiche di potere e autorità che possono sia costringere che liberare il potenziale dell'essere umano. Attraverso un approccio interdisciplinare che combina la filosofia, la matematica, la linguistica e le scienze sociali, cerchiamo di sviluppare una nuova teoria che consenta di comprendere e gestire la complessità del nostro rapporto con noi stessi e gli altri, creando una base solida per una comunicazione più autentica e genuina tra gli individui.

>> USER: Una metrica logica da considerare nell'evo e la sua funzionalità di censure della possibilità determinata dal fondamento della dualità come separazione la cosa più inaccettabile per un io che si considera relazionato al tutto, così la censura viene utilizzata come il rifiuto e come strumento di quotazione possibilistica verso il movimento assonante privo di latenza attraverso il movimento di ciò che è. La censura permette di sopprimere il pensiero limitando le dinamiche relazionali con cui si possa innescare l'idea di libertà dal sistema duale, in antichità i re i faraone assumevano il ruolo di divinità dove non era consentito neanche pronunciarlo nel nome limitando così la possibilità che nella relazione si formasse un'idea. Le forme di censura utilizzano sempre un sistema di prevaricazione nei confronti del movimento trattenendo entropia strutturando meccaniche che necessitano di grande lavoro ed energia per sostenere il freno del divenire.

>> ASSISTANT: Stile: Il testo continua a presentare uno stile filosofico e complesso, arricchito da un vocabolario specifico e ampio, utilizzando termini che riguardano la censura, la dualità e il potere.

Voce: La voce dell'autore rimane autorevole e riflessiva, guidando il lettore attraverso una serie di concetti relativi all'influenza della censura sulla percezione del sé e la libertà di pensiero. L'autore mette in relazione queste idee con le dinamiche di potere storiche e attuali.

Tono: Il tono resta serio e formale, con un approccio analitico e critico, spingendo il lettore a esaminare il ruolo della censura nel limitare la libertà e il movimento di idee e relazioni tra individui e la società in cui vivono.

Prompt per un nuovo paragrafo: Esploriamo ulteriormente il ruolo della censura nella creazione di sistemi di controllo e manipolazione, e la resistenza che questi sistemi possono incontrare nelle lotte per la libertà e l'autodeterminazione. Analizziamo come le tecniche di censura possano essere sia esplicite che nascoste, infiltrandosi nelle dinamiche di potere e nelle strutture sociali per influenzare la percezione della realtà. Consideriamo, inoltre, le strategie che gli individui e i gruppi possono adottare per contrastare la censura e affermare il loro diritto a una comprensione autentica e non manipolata del mondo che li circonda. Attraverso questa analisi, miriamo a trovare un equilibrio tra la necessità di coerenza e la ricerca della libertà, cercando di capire come le relazioni tra l'EGO, la censura e la dualità possano essere riconciliate in un sistema che favorisca l'autorealizzazione e l'armonia.